Bando INAIL incentivi per la sicurezza

Da diversi anni ormai l’INAIL emette un bando di finanziamento, rivolto alle imprese, per la copertura di spese sostenute per interventi di prevenzione, per l’adozione di modelli organizzativi orientati alla sicurezza e per la sostituzione o l’adeguamento delle attrezzature di lavoro.

Il bando 2014 ISI (Incentivi per la Sicurezza alle Imprese) è rivolto anche ad imprese individuali, purché iscritte alla Camera di commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura ed in regola con i versamenti contributivi.
Rispetto alle edizioni precedenti la copertura dei costi ammissibili è stata innalzata al 65% (rispetto al 50% dell’anno precedente) per un importo compreso tra 5.000 e 130.000 Euro con uno stanziamento complessivo di 307 milioni di Euro; anche se il limite minimo di spesa non si applica alle aziende con meno di 50 dipendenti che sostengano spese per l’adozione di modelli organizzativi.

La procedura telematica di partecipazione prevede che le imprese possano inserire il progetto per il quale vogliano richiedere il finanziamento direttamente dalla sezione “servizi On-line” del sito dell’INAIL, entro l’08 Aprile 2014.

Attraverso semplici passaggi ed una procedura guidata per l’inserimento della domanda, sarà possibile verificare in tempo reale se esistono le condizioni minime di ammissibilità.
Se le caratteristiche del progetto sono in linea con quelle richieste dal bando, le imprese che avranno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità potranno partecipare alla fase successiva di invio telematico della domanda, che dovrà avvenire, sempre con procedura telematica, in data che sarà comunicata dall’INAIL (il cosidetto click-day) a partire dal 30 Aprile 2014.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di invio delle domande che sarà pubblicato in modo trasparente sul portale dell’INAIL, con l’indicazione della posizione utile per l’ammissibilità al contributo. L’intero stanziamento verrà quindi ripartito in budget regionali, calcolati tenendo conto del numero dei lavoratori e dell’indice di gravità degli infortuni rilevato sul territorio.

In caso di riscontro positivo, l’impresa avrà 30 giorni di tempo per presentare tutta la documentazione prevista, mentre per realizzare e rendicontare il progetto l’impresa avrà un termine massimo di 12 mesi. Entro 90 giorni dal ricevimento della documentazione attestante la realizzazione del progetto l’INAIL predisporrà quanto necessario per la successiva erogazione del contributo.

Esistono quindi diverse realtà in grado di offrire alle imprese servizi di consulenza, anche in forma gratuita, sulla preliminare fattibilità del progetto e sui criteri di ammissibilità ai contributi; realtà che si propongono come ulteriore sussidio alle imprese italiane, all’interno di un panorama di aiuti ed incentivi rivolto alla salvaguardia della sicurezza e della tutela dei lavoratori.