Il Roleplaying nella formazione sulla sicurezza sul lavoro

accedi al corso formatori

numero-verde

Qui di seguito sviluppiamo la tematica del gioco di ruolo ( o Roleplaying) utilizzato come strumento didattico, con particolare riferimento alla formazione in materia di Sicurezza e Salute sui Luoghi di lavoro.

Un gioco di ruolo è una sessione formativa in cui il formatore elabora uno scenario assegnando ai destinatari ruoli diversi che corrispondono a quelli che i partecipanti incontrano quando lavorano sul campo. Un aspetto chiave di questo strumento, è che i partecipanti hanno l’opportunità di considerare la situazione sul campo da un punto di vista diverso rispetto a quanto farebbero in realtà, recitando il ruolo di altri soggetti normalmente coinvolti, con il risultato di sviluppare maggiore sensibilità nei confronti di punti vi vista soggettivi, vissuti dagli altri partecipanti.

La sessione che dà seguito al gioco di ruolo dà ai partecipanti l’opportunità di analizzare le dinamiche interpersonali che hanno luogo e che si sviluppano in un contesto lavorativo o in una situazione di emergenza. Un punto di vista obiettivo può essere sviluppato sia da chi simula il ruolo sia dagli osservatori esterni.

Alcuni esempi tipici di come il gioco di ruolo può essere adottato per migliorare l’efficacia della sessione didattica sono quelli di coinvolgere i partecipanti in scenari riconducibili a situazioni sia ordinarie che straordinarie nell’ambito della sicurezza aziendale quali, per esempio, il doversi calare nei panni di un RSPP o di un datore di lavoro per elaborare una buona valutazione dei rischi di una azienda qualsiasi, piuttosto che dover interpretare il ruolo di un addetto antincendio o primo soccorso in una situazione di ipotetica emergenza.

Il gioco di ruolo standard è composto da tre fasi: (1) preparazione, (2) gioco di ruolo, (3) discussione.

  1. Nel corso della preparazione, si predispone la scena in cui si tiene il gioco di ruolo, si descrive lo scenario e vengono assegnati i ruoli ai partecipanti, tenendo conto di eventuali ruoli ricoperti nella realtà. Una versione alternativa della fase di preparazione prevede che gli attori chiave si possano riunire per definire loro stessi una parte dei contenuti dello scenario.
  2. Successivamente ha luogo la fase esecutiva che prevede che i partecipanti assumano il ruolo assegnato e lo interpretino.
  3. Vi è infine la fase della discussione o restituzione nel corso della quale partecipanti, coordinati e stimolati dal formatore, discutono di quello che è successo durante la fase esecutiva del gioco di ruolo. In questa fase si devono quindi approfondire le scelte fatte da ciascun attore, le posizioni prese nei confronti di una situazione ipotetica o le considerazioni soggettive ed individuali che stanno dietro ad una considerazione.

La spiegazione e la discussione che ne consegue sono importanti per aiutare i partecipanti a comprendere meglio le dinamiche interpersonali relative alla situazione sul campo ipotizzata nella fase di preparazione.

Altri argomenti del corso per formatori