Giochi didattici

accedi al corso formatori

numero-verde

Negli ultimi anni sono state effettuate molte sperimentazioni e considerazioni sul ruolo che alcuni particolari tipologie di giochi possono ricoprire all’interno della didattica. L’applicazione del gioco come strumento didattico, in ogni campo ed accezione di questa scienza, è stato inizialmente visto in modo contraddittorio ed è tutt’oggi fonte di alcune perplessità e speculazioni.

Malgrado le diverse esperienze permane, un certo grado di opposizione, soprattutto nella parte di didattica più convenzionale, se da un lato tuttavia non è più possibile, come lo era venti anni fa, ritenere assolutamente insostenibile l’utilizzo del gioco nel contesto didattico d’altro canto la domanda l’interrogativo sull’efficacia reale del gioco come strumento didattico è ancora di stringente attualità.
La formazione in materia di sicurezza, non differisce poi tanto da quella che è la didattica scolastica e universitaria ed esistono molteplici strumenti per erogare formazione, che possono essere calibrati in base agli argomenti oggetto della formazione, ai destinatari ed alle situazioni logistiche contingenti.
A questa riflessione, di pertinenza prevalentemente del formatore, si aggiunge la considerazione che ognuno di noi ha modalità di apprendimento diverse e che l’apprendimento dipende da come si ottengono le informazioni da imparare.

La partecipazione attiva attraverso simulazioni o giochi di ruolo, consente di acquisire le competenze e le informazioni in modo non solo più efficace ma anche più duraturo.
Un formatore della sicurezza si trova oggi spesso a dover erogare informazioni di tipo nozionistico e didascalico, magari anche a dei destinatari che non sono del tutto avvezzi agli argomenti oggetto della formazione. La recente normativa infatti impone dei contenuti ben precisi, a volte molto tecnici, con un criterio di diffusione capillare e sistematico che può arrivare a rendere ostico, ed in alcuni casi inviso, il contenuto stesso della formazione, con il risultato contrario all’obiettivo generale di voler creare una vera e propria cultura della sicurezza.
Se da un lato quindi competenze fondamentali sono la preparazione e la capacità di coinvolgimento del formatore, dall’altro la scelta degli strumenti didattici gioca un ruolo critico nel raggiungimento dell’obiettivo, strumenti che non possono prescindere quindi dalla partecipazione attiva attraverso quelli che sono considerati i due giochi didattici più efficaci: Il gioco di ruolo e la simulazione, che verranno approfonditi rispettivamente in altri contenuti di questo sito.

Altri argomenti del corso